IT techs Blog

Archive for marzo 2007

"Liberta’, conoscenza e web" – domenica al Linux Club

L’associazione Kipiunehapiunemetta
http://blog.libero.it/etnoart

in collaborazione con SegnalazionIT
http://segnalazionit.blogspot.com/

presenta

Domenica 1 aprile 2007 Ingresso ore 16.30


“Libertà, conoscenza e web”


Dibattito con

Carlo Vaccari e Arturo Di Corinto

Wikipedia e Web 2.0: Autoproduzione di contenuti

Segue buffet, concerto e sperimentazioni teatrali

DJ resident Playmobiz
VJ resident Cognitiv

Diretta su www.radiorana.it

Expo: pittorica Laura Nazzaro

Espress art corner: Paola
Progetti ospiti: Sconfine, Amref
Flyer:mensile fatto da cognitiv

Sconfine organizza una raccolta di pc portatili da portare nel loro centro in Rwanda. Possiamo affidare in nostri vecchi portatili nelle mani migliori. Ricordo che l’Africa non è una discarica quindi assicuratevi prima che siano funzionanti.

Il gruppo ki+ e tutti gli artisti ospiti non percepiscono compensi e rimborso spese per riuscire a sostenere i progetti in Africa

Linux Club, Via di Libetta 15c, ore 1630, Ingresso libero

Annunci

Written by Dan

29/03/2007 at 16:00

Oggi programmo io

Il Portale della Provincia di Roma – “Oggi programmo io”, un premio per i giovani programmatori della Provincia di Roma

http://www.provincia.roma.it/news.jsp?ID_NEWS=358&GTemplate=default.jsp&area=7

Written by Eric Sanna

29/03/2007 at 13:10

Pubblicato su IT News

Stanchi della Seconda Vita? SI

Stanchi della Seconda Vita? SI

Stanchissimi!
Ormai sono tutti su second life… con la speranza di fare soldi
E’ nato come un gioco mentre ora ci speculano in tanti

Un po’ sono anche sconcertata. Da come questo sia diventato un modo per riscattare se’ stessi da una vita reale che non ti soddisfa e non ti piace.
Mi aggancio un po’ al discorso del rapporto tra aspettative e realta’.
In second life e’ come avere una “seconda possibilita’” e speri che la vita virtuale ti dia quelle soddisfazioni che non riseci ad avere in quella reale.
In un mondo finto (ma cui dietro ci sono persone vere) e’ piu’ facile rendere “reali” i prorio sogni e le prorie aspettative

Questo aspetto e’ quello che piu’ mi sconcerta forse: perche’ cercare soddisfazioni virtuali invece di darsi piu’ da fare per migliorare la qualita’ della tua via “reale”? Forse perche’ se sbagli qualcosa puoi ricominciare senza rimetterci piu’ di tanto?
(E qui qualcuno potrebbe rispondere: in second life puoi fare soldi reali e con quelli levarti soddisfazioni reali…. ma almeno per quel che mi riguarda non tutto si puo’ avere comprandolo)

Non e’ una caccia alle streghe questa. Infatti un mezzo come questo potrebbe esser usato per favorire la circolazione di informazioni e l’offerta di servizi (come dal blog di Luca De Biase)

Ma intanto un po’ di satira:

http://www.getafirstlife.com/

(Ambretta)

Written by Dan

26/03/2007 at 22:01

Gandalf il saggio

http://gandalf.it/ un sito di cultura della/nella rete, per chi pensa che la rete non sia solo tecnologia.

Written by Eric Sanna

26/03/2007 at 20:25

L’associazione PLIO raggiunge il suo primo obiettivo

L’Associazione PLIO, che raccoglie la comunità italiana dei volontari che sostengono OpenOffice.org, la principale suite per ufficio open source, ha già raggiunto il primo degli obiettivi contenuti nel programma 2007: l’integrazione degli strumenti linguistici – dizionario e thesaurus – sviluppati in Italia, di qualità largamente superiore a tutti quelli disponibili sul mercato, in una delle prossime versioni ufficiali di OpenOffice.org.
http://it.openoffice.org/stampa/comunicati/avv26.html

Written by Eric Sanna

26/03/2007 at 19:56

Pubblicato su IT News

Sostegno all’Open Source nella Legge Finanziaria

Nell’art.1, commi 892 e 895, vengono erogati 10 milioni di euro l’anno – per tre anni – a sostegno dei progetti per la Società dell’Informazione. Tra questi si darà priorità a quelli che utilizzano e/o sviluppano applicazioni a codice sorgente aperto per la Pubblica Amministrazione.

Come evidenziato dal Sottosegretario all’Innovazione Beatrice Magnolfi, tale iniziativa consentirà non solo di abbattere i costi all’interno della PA, ma soprattutto favorirà una maggiore interoperabilità tra le applicazioni che utilizzeranno, in tal modo, formati standard ed aperti.

Un’assoluta novità è segnata dalla presenza di un ambiente di sviluppo collaborativo (su web) che offrirà uno strumento indispensabile per lo sviluppo delle applicazioni ma, soprattutto, per una gestione ed una evoluzione continua delle stesse. Punto cruciale quest’ultimo, che vedrà coinvolte più PA su tematiche di interesse comune: un fertile terreno di confronto e scambio di esperienze che favorirà lo sviluppo di applicazioni che ben si adatteranno alle esigenze delle stesse PA.

Written by Eric Sanna

26/03/2007 at 19:55

Pubblicato su IT News

Arturo Di Corinto

Arturo Di Corinto e’ psicologo cognitivo, esperto di new media, giornalista, docente e saggista

E’ presente su Wikipedia e su Wikiartpedia

Qui trovate un ricchissimo archivio delle sue pubblicazioni
http://dicorinto.it/

Written by Dan

23/03/2007 at 15:50